Home  >  Studi in Italiano  >  SCORAGGIAMENTO? ECCO COME COMBATTERLO!
SCORAGGIAMENTO? ECCO COME COMBATTERLO! PDF Print E-mail

Quando ricevi Gesù nel tuo cuore, rinasci spiritualmente come un nuovo figlio di Dio e appartieni al Signore per sempre. Da quel momento in poi, la Bibbia dice che il tuo cammino giornaliero con il Signore dev’essere “come la luce dell’aurora, che risplende sempre più, fino al giorno perfetto!” (Proverbi 4,18). Ricevere Gesù solo l’inizio di una vita completamente nuova e meravigliosa, perché “se uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate, ecco, sono diventate nuove!” (II Corinzi 5,17). Naturalmente, come per qualsiasi bambino in crescita, è inevitabile che il figlio di Dio che è appena rinato spiritualmente inciampi e cada; tuttavia, man mano che impara, cresce e progredisce lungo il cammino della sua nuova vita. Come ogni genitore affettuoso, il Signore molto misericordioso e comprensivo è sempre pronto a rialzarci e ad aiutarci a riprenderci dalle nostre cadute, a perdonarci per i nostri errori e a darci la Sua forza per poter continuare a camminare sulla Sua via. “Infatti, come un padre ha pietà dei suoi figli, così il Signore ha pietà di quelli che Lo temono. Anche se cadiamo, ci sosterrà sempre con la Sua mano” (Salmi 193,13 e 37,24).Quando inciampiamo, cadiamo o sembra che sbagliamo, siamo portati a scoraggiarci e forse anche a chiederci perché il Signore permette che ci succedano cose del genere. La Sua Parola, però, ci assicura che “non un solo passero cade in terra senza il volere del Padre nostro” (Matteo 10:29) e che i Suoi occhi e le Sue mani sono anche su di noi, “perché voi siete da più di molti passeri!” (Luca 12,7).Qualsiasi cosa ti succeda, la Bibbia dice che “tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio”(Romani 8,28). Anche se simili momenti di cadute e fallimenti non ci sembrano molto positivi quando li attraversiamo, sappiamo che il Signore li permette per un motivo ben preciso: forse per insegnarci una lezione necessaria, per mettere alla prova la nostra fede, o semplicemente per renderci umili, mostrandoci quanto siamo deboli e inermi senza di Lui, portandoci così a pregare di più, ad avvicinarci maggiormente a Lui e a dipendere di più dalla Sua forza e dal Suo aiuto.

Anche se forse non sempre comprendiamo il motivo per cui a volte Egli ci permette di sbagliare, dobbiamo ricordare che ci ama ed sempre al nostro fianco, fedelmente, per rinvigorirci, rinnovarci, incoraggiarci ed aiutarci. L’amorevole Spirito Santo di Dio un Consolatore “che ci consola in ogni nostra afflizione, un aiuto ben presente e vicino nella nostra tribolazione” (Giovanni 14,16; II Corinzi 1,4; Salmo 46,1).Di solito, anche il nostro nemico spirituale, il Diavolo, pronto a correre al nostro fianco quando cadiamo, sbagliamo o commettiamo errori, ma, al contrario del Signore, che viene per salvarci ed aiutarci, il Diavolo viene per condannarci, accusarci e scoraggiarci! La Bibbia ci ammonisce a “non ignorare le macchinazioni del Diavolo” (II Corinzi 2,11), ma a “vigilare e stare all’erta, perché il nostro nemico, il Diavolo, va attorno come un leone ruggente, cercando chi possa divorare” (I Pietro 5,8). Uno dei metodi preferiti che il Diavolo usa contro i Cristiani è lo scoraggiamento! Se non riesce ad impedirci di trovare la Salvezza e dare la nostra vita a Gesù, farà del suo meglio per cercare di scoraggiarci, e farci smettere di servire il Signore o di parlare di Lui agli altri. Il suo metodo preferito quello di spingerci a guardare i nostri errori, peccati, debolezze e fallimenti, e a puntare lo sguardo su noi stessi invece del Signore! La Bibbia ci dice che “non esiste nessun giusto, no, nemmeno uno! Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio. Il cuore dell’uomo empio e peccaminoso, chi lo conoscerà?” (Romani 3,10,23; Geremia 17,9). Il Signore sa che tutti noi siamo lungi dall’essere perfetti e che, anzi, siamo tutti un gran pasticcio senza di Lui! Perfino il grande Apostolo Paolo confessò: “Io so che in me, nella mia persona peccaminosa, non c’è niente di buono. Misero me uomo!” (Romani 7,18-24).La Bibbia non dice che dobbiamo guardare noi stessi, ma che dobbiamo “guardare Gesù, Autore ed Esempio della nostra fede!” (Ebrei 12,2). Il Signore non dice nemmeno di guardare tutti i nostri problemi, le nostre difficoltà e i nostri guai, o affonderemo certamente sotto il loro peso, proprio come fece San Pietro quando Gesù gli disse di uscire dalla barca e di mettere piede sul mare per camminare sulle acque!

Era notte inoltrata e Gesù, camminando sulle acque, venne incontro ai Suoi discepoli che stavano attraversando il mare in barca. La Bibbia dice che “vedendolo camminare sul mare, i discepoli si turbarono e gridarono per la paura: ‘E’ un fantasma!’ Ma, subito, Gesù disse loro: ‘Fatevi animo. Sono Io. Non temete!’“Ma Pietro rispose: ‘Signore, se sei veramente Tu, comandami di venire da Te sulle acque!’ E Gesù disse: ‘Vieni!’ Allora Pietro, sceso dalla barca, camminò sulle acque e andò verso Gesù. Ma, quando vide il vento che infuriava e le onde che si alzavano, ebbe paura e cominciò ad affondare, gridando: ‘Signore, salvami!’ Immediatamente, Gesù stese la mano e lo afferrò” (Matteo 14,25-31). Quando Pietro distolse lo sguardo dal Signore e cominciò a guardare le onde, si preoccupò e cominciò ad affondare e probabilmente sarebbe affondato completamente se non avesse rivolto di nuovo lo sguardo verso il Signore invocando il Suo aiuto! Questa storia è un’eccellente illustrazione di come il Diavolo spesso cerchi di scoraggiarci e di farci cedere e rinunciare, specialmente quando stiamo passando momenti difficili e tempestosi, in cui abbiamo veramente bisogno di camminare per fede e mantenere lo sguardo puntato sul Signore. (II Corinzi 5,7). Il Nemico arriva e ci tenta a guardare le circostanze e l’impossibilità della situazione, le nostre colpe, i nostri fallimenti e i nostri errori, perché sa che, se lo facciamo, affonderemo di sicuro!

Il potere di Dio è molto maggiore di quello del Diavolo! Basta invocare l’aiuto del Signore per sconfiggere il Nemico! L’unico modo in cui il Diavolo può sconfiggerci è quello di convincerci a desistere, dicendo che abbiamo una causa persa, e tanto vale arrenderci. Se riesce a scoraggiarci e a convincerci a mollare, siamo destinati alla sconfitta! La Bibbia avverte: “Non stancatevi e non perdetevi d’animo!”

(Ebrei 12,3; Galati 6,9), perché se ci perdiamo d’animo e molliamo la presa nello spirito, ben presto anche il nostro corpo desisterà e smetteremo di fare la volontà di Dio! Se, quindi, vuoi essere utile al Signore e una benedizione per gli altri, devi imparare a combattere e a vincere lo scoraggiamento del Diavolo! La Parola di Dio ci dice che “quando il Nemico arriva come una fiumana, lo Spirito di Dio gli resisterà” (Isaia 59,19). Se hai inciampato e sei caduto e il Nemico “arriva come una fiumana” a deprimerti e a scoraggiarti, invoca il Signore con tutto il tuo cuore e ti libererà, dandoti la vittoria! Egli dice: “Sottomettetevi dunque a Dio, ma resistete al Diavolo, ed egli fuggirà da voi!” (Giacomo 4,7). Quando il Diavolo tenta di scoraggiarti, lotta! Non dar nemmeno ascolto a lui e a tutte le sue menzogne, e tanto meno cedigli! Resistigli nel Nome di Gesù! Scaccia i dubbi, le paure e le menzogne che vengono da lui e chiedi a Gesù di salvarti e lo farà! La Bibbia ci dice di “rivestirci della completa armatura di Dio, affinché possiamo star saldi contro le insidie del Diavolo!” (Efesini 6,11). Ci fa anche un elenco delle varie parti dell’armatura spirituale di cui abbiamo bisogno (Vedi Efesini 6,10-18). L’unica arma offensiva indicata in questo brano “la Spada dello Spirito, che la Parola di Dio! (Efesini 6,17). Se prendi un versetto della Bibbia, una promessa divina sulla potenza, la protezione, il perdono, la misericordia di Dio, qualsiasi cosa di cui tu abbia bisogno, e la rivendichi in preghiera, citandola ad alta voce al Signore, e perfino al Diavolo per resistergli, ti accorgerai che “la Parola di Dio vivente ed efficace, più affilata di qualunque spada a due tagli” (Ebrei 4,12) e che il Diavolo non regge alla Verità della Parola! Volterà le spalle e fuggirà! Quando il Diavolo continua a tormentarti e a ricordarti difetti, colpe ed errori, tanto vale che tu sia onesto ed ammetta: “Certo che io non sono buono! Certo che io non so fare niente di giusto! Certo che faccio un’infinità di errori! Ma sarei molto peggiore se non fosse per Dio! La mia sola speranza “Gesù Cristo in me, speranza della gloria!” (Colossesi 1,27).Siamo tutti dei pasticcioni e, se non manteniamo lo sguardo fisso sul Signore e la mente rivolta alla Sua Parola, siamo destinati alla sconfitta, al dubbio, alla delusione e al fiasco finale! Smetti, quindi, di cercare di essere perfetto: non lo sarai mai! Segui semplicemente il Signore e fai del tuo meglio, sapendo che solo Gesù può aiutarti a fare qualcosa di buono! Dimentica te stesso e i tuoi problemi e pensa agli altri e alle loro necessità! Dandoti da fare per far felici loro, troverai felicità anche per te! “Date e vi sarà dato!” (Luca 6,38) Se poi cadi o fallisci, non lasciare che il Diavolo ti scoraggi! Non cedere! Non affogare in un mare di dispiaceri! Costruisci un ponte con i tuoi sogni infranti e spiega di nuovo le tue vele, per lacere e strappate che siano! Lanciati al largo per fede e vedrai quello che Dio farà!

Non guardare le onde! Punta lo sguardo in alto, verso il Cielo, “guardando Gesù!” (Ebrei 12,2). Non pensare agli errori , fallimenti, guai e problemi! La Parola di Dio dice di pensare alle cose positive! “Tutte le cose vere, onorevoli, giuste, pure, amabili, di buona fama, quelle in cui vi qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri!” (Filippesi 4,8). Così, quando sei tentato di sentirti giù guarda verso l’alto! Loda il Signore e ringrazialo per tutto quello che ha fatto per te. Conta le tue benedizioni e riempiti la mente, il cuore e perfino la voce di pensieri positivi, parole di preghiera e lode, citando le Scritture e cantando canzoni al Signore, e questo scaccerà il Diavolo e le sue tenebre! Lascia entrare la luce della Parola di Dio, della preghiera e della lode, e le tenebre fuggiranno da sole! Loda il Signore! Dio ti benedica e ti mantenga ispirato! Nel Nome di Gesù. Amen!

un abbraccio nella luce, Dio è ancora sul Trono

Giona


 


RADIO GOSPEL ON LINE

"