Home  >  Studi in Italiano  >  Perché Dio ha Proibito le Immagine e Poi ha Deciso di Fare i Cherubini?
Perché Dio ha Proibito le Immagine e Poi ha Deciso di Fare i Cherubini? PDF Print E-mail

 

Perché ?

Dio disse:
Esodo 20:4-5. 4 Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. 5 Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché io, il Signore, sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano,

Ha poi detto:

 (Esodo 25:18-20). 18 Farai due cherubini d'oro: li farai lavorati a martello sulle due estremità del coperchio. 19 Fa' un cherubino ad una estremità e un cherubino all'altra estremità. Farete i cherubini tutti di un pezzo con il coperchio alle sue due estremità. 20 I cherubini avranno le due ali stese di sopra, proteggendo con le ali il coperchio; saranno rivolti l'uno verso l'altro e le facce dei cherubini saranno rivolte verso il coperchio.

Si è contraddetto?

Sebbene queste specifiche istruzioni sono parte della legge data agli Israeliti, Dio condanna anche il culto delle immagini da qualsiasi persona o popolo, Ebreo o Gentile. Nel Vecchio Testamento, ha castigato varie nazioni per le loro pratiche di culto delle immagini e le creature, invece di servire il Creatore. Geremia ha letto la sentenza di Dio contro la Babilonia:  “Ecco, verranno giorni, io punirò le immagini scolpite di Babilonia, la terra intera sarà confusa, e tutti i suoi cadaveri cadranno in lei" (Geremia 51:47 cf. Isaia 21:19). Anche l’Egitto

È stato condannato per la sua idolatria, "Così dice il Signor Dio: Distruggerò anche gli idoli e gli darei le immagini .... Di conseguenza, eseguirei sentenze in Egitto, e che loro sappiano che io sono il Signore "(Ezechiele 30:13,20). 13 Dice il Signore Dio: «Distruggerò gli idoli

e farò sparire gli dèi da Menfi.Non ci sarà più principe nel paese d'Egitto,
vi spanderò il terrore,14 devasterò Patròs,darò fuoco a Tanis,
farò giustizia su Tebe.15 Scatenerò l'ira su Sin, la roccaforte d'Egitto, sterminerò la moltitudine di Tebe. 16 Metterò a fuoco l'Egitto: Sin si torcerà dal dolore, Tebe sarà squassata, Menfi sarà smantellata dai nemici in pieno giorno. 17 I giovani di Eliòpoli e di Bubàste cadranno di spada e queste città andranno in schiavitù. 18 In Tafni si oscurerà il giorno, quando vi spezzerò i gioghi imposti dall'Egitto e verrà meno in lei l'orgoglio della sua potenza; una nube la coprirà e le sue figlie saranno condotte schiave. 19 Farò giustizia dell'Egitto e si saprà che io sono il Signore».
Ma i cherubini, fatti per ordine di Dio, non erano oggetti di culto. Rappresentavano creature che servono a Dio, sempre vicino al trono di Dio.   
Il coperchio che era sopra l'arca dell'alleanza, che rappresenta il trono di Dio. I Cherubini sono serviti a ricordare il sommo sacerdote, quando entrava nel Santo dei Santi, nel tabernacolo che questa stanza rappresentava la presenza di Dio.

Quindi, possiamo fare una distinzione importante oggi. Un disegno o l'immagine di una persona, forse anche una rappresentazione di un apostolo, profeta o altro personaggio biblico, che può servire a ricordare il messaggio della Bibbia e la procedura di quel servo, e rafforzare così la santità di Dio. Questo uso della grafica non fa male a principi biblici. Inoltre, la venerazione delle immagini, utilizzando queste rappresentazioni come oggetti di culto o di onorare la spirituale, è la disobbedienza ai principi che Dio ha rivelato. Dio non ha mai autorizzato la venerazione dei santi, apostoli, angeli o creature celesti immagini che rappresentano alcune o terra. (1Corinz10:14)Nel Nuovo Testamento, Paolo disse: "Perciò, miei cari, fuggite dall idolatria"                                                                                                                     

Dio per mezzo d’Israele ha insegnato che l’idolatria è un rito inutile, che offende il Creatore. Egli ha severamente imposto ad Israele di rifuggire dagli idoli: "Non vi farete idoli, non vi eleverete immagini scolpite né statue, e non collocherete nel vostro paese alcuna pietra ornata di figure, per prostrarvi davanti ad essa, perché io sono l’Eterno, l’Iddio vostro" (Lv 26:1). E Dio maledice chiunque si costruisce "immagine scolpita": "Maledetto l’uomo che fa un’immagine scolpita o di getto, cosa abominevole per l’Eterno…" (Dt 27:15).

Dio ordina la distruzione dell’idolatria: "Tu non ti prostrerai davanti ai loro dèi, e non servirai loro. Non farai quello ch’essi fanno; ma distruggerai interamente quegli dèi e spezzerai le loro colonne" (Es 23:24);"caccerete d’innanzi a voi tutti gli abitanti del paese, distruggerete tutte le loro immagini, distruggerete tutte le loro statue di getto e demolirete tutti i luoghi alti" (Nm 33:52);"Distruggerete interamente tutti i luoghi dove le nazioni che state per cacciare servono i loro dèi" (Dt 12:2).

Queste prescrizioni, descritte dalla Bibbia, mostrano che Dio non tollera l’idolatria, e un giorno, al ritorno di Cristo, tutta l’idolatria, di qualsiasi specie, sarà distrutta: "L’alterigia dell’uomo del volgo sarà abbassata, e l’orgoglio dei grandi sarà umiliato; l’Eterno solo sarà esaltato in quel giorno. Gl’idoli scompariranno del tutto… In quel giorno, gli uomini getteranno ai topi ed ai pipistrelli gl’idoli d’argento e gl’idoli d’oro che s’erano fatti per adorarli" (Is 2:17-20). Il Piano di Dio non prevede di estirpare l’idolatria in questo tempo. Egli è paziente (2 Pt 3:9)

Il mio desiderio non e fare delle critiche a nessuno; tanto meno alle chiese varie, sonno solamente un servo de Cristo e desidero condividere la BIBBIA  nella sua totale integrità, noi siamo invitati a guardare verso il fondamento della verità, se questo studio e secondo la bibbia tenetelo e faccia buon uso ,perche saremo chiamate ad presentare nella presenza de Cristo Gesù. Quel giorno e più vicino che mai .

Nel amore de Cristo Gesù pastore Giovanni Rocha          

 

 

Add comment



RADIO GOSPEL ON LINE

"